PARQUET COURTS
Sympathy For Life

[ Rough Trade - 2021 ]
8.5
 
Genere: indie-rock,post-punk
 
10 Novembre 2021
 

I Parquet Courts sono ritornati con un nuovo album dopo oltre tre anni dal precedente, “Wide Awake!”: ispirato dalla cultura dance con influenze come i club di New York, i Primal Scream e i Pink Floyd, questo loro settimo lavoro sulla lunga distanza è uscito da jam session improvvisate che la band statunitense ha registrato insieme ai produttori Rodaidh McDonald (The XX, Hot Chip) e John Parish (PJ Harvey, Aldous Harding, Dry Cleaning).

Fin dalla prima nota di questi quarantacinque minuti l’interesse rimane elevato, seguendo le continue sperimentazioni sonore del gruppo capitanato da Andrew Savage: subito, infatti, “Walking At A Downtown Pace” sembra volerci trasportarci in un club di Manchester dei primi anni ’90 con ritmi funky, un drumming incalzante e richiami decisi alla formazione di Bobby Gillespie. Quasi impossibile rimanere fermi!

Poco dopo “Marathon Of Anger” – che di rabbioso non ha però nulla – ci sorprende nuovamente facendo un largo uso dell’elettronica con beat e synth che sanno creare un groove tanto inaspettato quanto gradito, mentre la voce di Savage rimane comunque assai tranquilla.

Si prosegue ed ecco un’altra nuova faccia dei Parquet Courts in “Plant Life”, che si sposta su territori ambient con percussioni decise e riff di basso pieni di ritmo che cercano di mandarci in uno stato ipnotico.

“Homo Sapien” ci riporta invece in zone più famigliari – punky ed eccitanti – ricche di chitarre potenti e melodie, mentre “Trullo”, con le sue sonorità afrobeat e ottime percussioni, ci fa tornare in mente certi Talking Heads.

Un disco davvero ricco di spunti, questo “Sympathy For Life” ci regala un altro episodio positivo per una band che cerca ogni volta di rimettersi in gioco: un album divertente e allo stesso tempo molto interessante. Chissà quale strada vorranno prendere i Parquet Courts per il prossimo episodio.

Credit Foto: Pooneh Ghana

Tracklist
1. Walking At A Downtown Pace
2. Black Widow Spider
3. Marathon of Anger
4. Just Shadows
5. Plant Life
6. Application Apparatus
7. Homo Sapien
8. Sympathy For Life
9. Zoom Out
10. Trullo
11. Pulcinella
 
 

The Asteroid No.4 – Tones Of ...

Undicesimo album per la band che formatasi a Philadelphia nei primi anni novanta, trovò nella calda California un ottimo luogo dove ...

Kurt Vile – (watch my moves)

Ultimo lavoro del magico Kurt Vile e primo con la prestigiosa etichetta discografica Verve Records, (watch my moves) vanta una fibra cosmica ...

Dubstar – Two

C’erano una volta i Dubstar di Steve Hillier, Chis Wilkie e Sarah Blackwood, un trio capace di muoversi abilmente tra dream pop, dance ...

Toro y Moi – Mahal

E’ una vera forza della natura Chaz Bear / Toro y Moi e in “Mahal”, nuovo disco pubblicato su Dead Oceans dopo anni passati ad ...

King Gizzard & the Lizard ...

Sembrano non conoscere il significato della parola riposo questi sei australiani, giunti ormai al ventesimo album in una carriera poco più ...