TOP TEN ALBUM 2021 DI CORRADO FRASCA

 
25 Dicembre 2021
 

#10) WAR ON DRUGS
I Don’t Live Here Anymore
[Atlantic]
LEGGI LA RECENSIONE

Con grande coraggio semplificano il loro linguaggio , ma rimane salva l’abilità compositiva se pur all’insegna di un minor grado lisergico ed un abbraccio ad una inedita semplicità.

#9) DURAN DURAN
Future Past
[Tape Modern / BMG]
LEGGI LA RECENSIONE

Senza raggiungere le vette del ritrovato capolavoro “All you need is now”, i DD si fanno ampiamente perdonare dopo la delusione di “Paper Gods”, con un convincente lavoro al crocevia tra nostalgia e modernità.

#8) LUCERO
When You Find Me
[Liberty & Lament]
LEGGI LA RECENSIONE

No, non sono mai stati dei fuoriclasse i Lucero. Mai lo saranno.
Sono però degli appassionati artigiani, dei musicisti intelligenti, che negli anni hanno saputo coniare uno stile in grado di conquistare ascoltatori con sensibilità differenti.

#7) BALTHAZAR
Sand
[Play It Again Sam]
LEGGI LA RECENSIONE

Figlio intraprendente e meno legato ai suoni malinconici del passato, il nuovo album della band abbraccia tinte alt-pop proseguendo, in maniera più che coerente, il percorso intrapreso dal gruppo nel corso degli ultimi anni

#6) AFFLECKS PALACE
What Do You Mean It’s Not Raining
[Spirit of Spike Island]
LEGGI LA RECENSIONE

Nostalgici del madchester, del baggy, del rock psichedelico e danzereccio, unitevi tutti, ecco finalmente il full lenght degli Afflecks Palace.

#5) BLACK COUNTRY, NEW ROAD
For The First Time
[NinJa Tune]
LEGGI LA RECENSIONE

Sono arrivati e finalmente rimischiano le carte e vanno oltre il predominante panorama post-punk, il mondo indie ha un nuovo punto di riferimento,una stella che potrebbe essere destinata a brillare ancora per molto tempo.

#4) STRAND OF OAKS
In Heaven
[Galacticana Records / Thirty Tigers]
LEGGI LA RECENSIONE

Un disco di lutti e fantasmi “In Heaven”, che riesce forse per la prima volta a far convivere tutte le fasi della carriera di Strand Of Oaks in quaranta minuti ragionati e intensi.

#3) THE BLACK
Ars Metal Mentis
[Black Widow]
LEGGI LA RECENSIONE

Tale lavoro lo conferma ancora una volta come uno dei massimi esponenti del doom metal, continuatore della grande tradizione che va dai Black Sabbath e Black Widow passando per i Trouble, i Saint Vitus e i Pentagram.

#2) RYAN ADAMS
Big Colors
[Pax Am]
LEGGI LA RECENSIONE

Sin dal poker iniziale rimaniamo abbagliati ma anche l’ascolto integrale dell’album, dispiace risultare ripetitivo, ci colpisce per il sorprendente standard qualitativo delle canzoni che Ryan scrive, in una guisa talmente naturale che immagino l’invidia di molti storytellers o songwriters, piegati invece nello sforzo di indovinare melodie o sfornare idee compositive che al nostro paiono scaturire copiose in apparente comfort.

#1) WHITE FLOWERS
Day By Day
[Tough Love]
LEGGI LA RECENSIONE

E’ un mondo oscuro ed etereo quello della band, come se la nostra realtà fosse diventata quella surreale di Twin Peaks e la nostra colonna sonora uscisse perennemente dal Roadhouse.

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Olivia Newton-John è morta a 73 ...

L’attrice e cantante Olivia Newton-John è morta lunedì mattina nel suo ranch nel sud della California. L’artista ...

VIDEO: Personal Trainer – The ...

Abbiamo iniziato a seguire qualche mese fa i Personal Trainer: ora la band di stanza ad Amsterdam annuncia il suo esordio sulla lunga ...

VIDEO: Shannen Moser – Paint ...

A distanza di quattro anni dal suo sophomore, “I’ll Sing”, Shannen Moser è pronta per ritornare con un nuovo lavoro sulla ...

50 CENT: data milanese ad ottobre ...

50 CENT, una delle figure più importanti del panorama hip hop americano, tornerà a Milano per un’unica e imperdibile data indoor! Con ...

The Big Pink annunciano il terzo LP ...

I Big Pink, che recentemente hanno rilasciato un paio di singoli, dopo oltre dieci anni e mezzo dal loro sophomore, “Future ...

Recent Comments