LA CENA PERFETTA

Regia di Davide Minnella, 2022
 
Genere: commedia
 
di
13 Luglio 2022
 

Devo ammettere che questo potenzialmente fa addirittura paura. Nel senso che, data un’occhiata alla locandina e guardato il trailer, davvero ci si aspetta il peggio. E invece poi è una visione anche carina, certamente intrattenente.

Praticamente una specie di meet up a metà strada tra “Gomorra” (ovviamente la serie) e “Master Chef” (ma anche “Chef” di Jon Favreau), “La cena perfetta” racconta l’incontro tra un affiliato della camorra dal cuore buono (un Salvatore Esposito, fa strano dirlo, qui più credibile del Genny delle ultime puntate dell’ultima stagione di “Gomorra”) messo a capo di un ristorante romano rilevato per riciclare denaro sporco e la pignola, iraconda, ma irresistibile ex proprietaria e promettente chef del locale.
Ovviamente l’incontro produrrà prima dapprima scintille e sdegno, poi sorrisoni, cuoricini a gogo e finanche qualche lacrima.

La sceneggiatura è più prevedibile di una telenovela sudamericana, ma gli interpreti la prendono con leggerezza e danno colore agli stereotipi che sono chiamati a interpretare.
Il finale deliziosamente illogico, ad esempio, riesce anche ad essere sorprendente.

Menzione d’onore per Fru dei Jackal, che farà anche sempre lo stesso personaggio, ma riesce comunque a strappare qualche sana risata.

Paese di produzione: Italia
Sceneggiatura: Stefano Sardo, Giordana Mari, Gianluca Bernardini
Produttore: Federica Lucisano, Giulio Steve e Fulvio Lucisano
Casa di produzione: Italian International Film, Lucisano Media Group, Vision Distribution
Distribuzione in italiano: Vision Distribution
Montaggio: Sarah McTeigue
Musiche: Michele Braga

Interpreti e personaggi

Salvatore Esposito: Carmine Giordano
Greta Scarano: Consuelo Banega
Gianluca Fru: Rosario
Gianfranco Gallo: Pasquale Rizzuto
Antonella Attili: PM Maria Iodice

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Zio Tibia – Il Documentario

Articolo a cura (e presente sul sito) di Horroritaly.com “Un viaggio vero e proprio nel mondo dell’unico, inimitabile, malefico, e ...

Kleo

Sterminatamente tarantiniana, dalle dinamiche del plot fino alle millemila citazioni, inclusa quella forse un po’ troppo scontata ...

Pistol

“What a fucking rotter”, all’ora del tè, sulla ingessata, ordinaria, tradizionale e bigotta TV inglese degli anni ...

Stranger Things (Stagione 4)

Arrivo un po’ in ritardo per un motivo molto semplice. Quando appena uscita guardai la prima stagione di “Stranger ...

Better Call Saul (Stagione 6)

Minor (davvero minor) Spoiler Alert Ultimamente lo si sente dire sempre più spesso: “Better Call Saul” è meglio di “Breaking Bad”. ...

Recent Comments