ULTRABOMB
Time To Burn

[ DC-Jam Records - 2022 ]
6.5
 
Genere: punk rock, hardcore, alt rock
 
5 Agosto 2022
 

Un fotomontaggio, probabilmente fatto con Paint, dove troviamo le immagini di un bambino incazzato e di un’esplosione atomica prese da Pixabay. E vogliamo parlare del font usato per il nome della band e il titolo dell’album? Agli ascoltatori più stagionati torneranno in mente le orripilanti WordArt di Word 97.

No, la copertina dell’esordio degli UltraBomb è tutto fuorché un capolavoro. Ma a un supergruppo formato da Finny McConnell (voce e chitarra dei Mahones), Jamie Oliver (batteria degli U.K. Subs) e Greg Norton (basso degli Hüsker Dü) possiamo perdonare anche un simile abominio.

Il trio, nato appena un anno fa, ha registrato tutte le undici tracce di “Time To Burn” in uno studio di Berlino, bruciando le tappe in appena quattro giorni di intenso lavoro. Un disco figlio sì della fretta, ma anche della passione ardente di chi è cresciuto a pane e punk rock. E di punk rock ce n’è davvero molto in questa mezz’oretta scarsa di musica incendiaria ed esplosiva.

Gli UltraBomb non ci stupiscono con effetti speciali o colpi di genio, ma scaricano su noi ascoltatori una montagna di energia sotto forma di hardcore melodico dal fortissimo retrogusto vintage. Tanto basta per dar vita a un album che, pur essendo compatto, genuino e coinvolgente, delude un po’ le aspettative perché davvero troppo derivativo.

La presenza di una leggenda come Greg Norton vale più di un indizio: gli UltraBomb hanno un legame fortissimo con gli Hüsker Dü. In effetti ne sono una spudorata copia. Toglieteci il genio compositivo di Grant Hart e Bob Mould e resterete con un apprezzabile regalino destinato a tutti i fan più sfegatati della storica band di Saint Paul. Non male, ma consigliato solo a nostalgici e completisti.

Tracklist
1. Time To Burn
2. Fear Your Gods
3. Star
4. I Can Make It
5. Feels
6. Stickman vs Hangman
7. Faded Way
8. Bang Punk
9. Super Hero Shit
10. Like The Wind
11. Sonic Reducer
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Jamie T – The Theory Of ...

Il suo quarto album, “Trick”, era uscito a settembre 2016: da allora Jamie T aveva preparato ben 180 canzoni, scrivendole e ...

Hater – Sincere

Dopo quasi quattro anni dall’uscita di “Siesta”, a maggio gli Hater sono tornati con questa loro opera terza, pubblicata ancora ...

Dune Rats – Real Rare Whale

Tornano a farsi sentire i Dune Rats con questo loro quarto album, che arriva a due anni e mezzo di distanza dal precedente, “Hurry Up And ...

Traams – Personal Best

Dopo sette lunghi anni di attesa ecco finalmente tornare i TRAAMS con il nuovo attesissimo album. Una pausa davvero molto lunga considerato ...

Amanda Shires – Take It Like ...

Amanda Shires è sempre stata una ribelle nel mondo del country, non necessariamente rivoluzionaria nello stile ma decisa a non lasciarsi ...

Recent Comments