GERMI AL CASTELLO (DI MANUEL AGNELLI)
Live @ Castello Sforzesco (Milano, 30/08/2022)

 
31 Agosto 2022
 

Ci sono dei lampi lontani nel cielo di Milano di una sera di fine estate, ma c’è anche tanta gente, tantissima, ed è sempre emozionante il colpo d’occhio di quando si entra in un luogo “istituzionale” come il cortile del Castello Sforzesco e si è accolti da tutte queste persone che sono qui, più che per un concerto per una performance collettiva dove Brunori SAS, i Bachi da Pietra, Marco Parente, i Bengala Fire e Manuel Agnelli suoneranno divisi eppure insieme, contaminandosi a vicenda.

Eh già, Germi, oltre ad essere il primo album in italiano degli Afterhours, è anche un piccolissimo circolo milanese, che negli anni si è fatto valere per concerti di altissimo livello, (tra cui mi ricordo ancora un’incredibile Joan as a Policewoman) e nasce come “luogo di contaminazione” e allora cosa c’è di più contaminate di artisti che interagiranno tra di loro con un esperimento di concerto collettivo, dove le canzoni verranno reinterpretate da ciascuno secondo la propria sensibilità?

Stasera ci mischiamo tutti. Sarà un delirio” così Manuel appena salito sul palco. Inutile aggiungere che lo speriamo.

Il primo artista a esibirsi è Marco Parente, e dopo una selezione di sue canzoni, arriva la prima contaminazione, “Neve Ridens” con Manuel che resta sul palco e chiama i Bengala Fire, per una versione da brividi di “In between days” dei Cure.

Sul palco da soli, “Siamo i Bengala Fire e facciamo rock and roll”, e allora questi ragazzi partono con “Jack”, mischiano testi in italiano (secondo me i migliori, in particolar modo “Matador”) e in inglese, sono freschi, si divertono e si percepisce, e così quando spaccano un’asta del microfono a Manuel rispondono “ce la siamo portati apposta da casa”.
Insieme, per chiudere la loro performance, fanno un’incredibile “Damaged Goods” dei Gang of Four.

È la volta dei Bachi da Pietra, e con Manuel vanno subito giù duro con una cupissima “Bestemmio l’universo”.
“Solare”, “Insect Reset”, “Comincia Adesso”, “Paolo il Tarlo”, “Black Metal il mio folk”: un set durissimo, possono piacere o meno, ma l’esperienza di quasi 20 anni di attività si sente.  “Manuel vieni a difendere il nome del rock and roll” e parte “Punto G” degli After.

È inutile girarci intorno: il carisma di Manuel è unico, e sono solo brividi per un serie di canzoni che sono fucilate: “Ballata per la mia piccola iena”, “1.9.9.6”., “Non è per sempre”, “La mia rivoluzione” (con Parente), ci sono molti modi.

Me l’hanno chiesta e io ci proverò”: ed è “Proci”, in una versione voce e piano, spendida. Ulteriore contaminazione con i Bachi da Pietra ed è “Male di miele”. Che è perfetta e cattiva al punto giusto.

Continuiamo con le ballate” e Manuel invita sul palco Brunori e i Bengala Fire per “L vita che ricordavo” e “Quello che non c’è”, con Brunori al pianoforte.
La chiusura è con lo stesso Brunori, “io rappresento un po’ paradossalmente la quota geriatria”. I toni si ammorbidiscono, “Come stai” ci culla e “Lamezia Milano”, si conferma essere un classico sempre piacevole.

Come tanti, non sono riuscita a sentire la fine del concerto: a mezzanotte e un quarto stavano ancora suonando, e purtroppo tutti quelli che sono arrivati con i mezzi – del resto il castello è proprio in centro a Milano, con una fermata della rossa proprio lì di fronte – sono dovuti scappare a prendere l’ultima metro.

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Julia Jacklin + Erin Rae – ...

Passa da Milano, precisamente dal solito circolo Magnolia di Segrate, il tour di Julia Jacklin, artista australiana classe 90, capace di ...

Wolf Alice – Live @ Fabrique ...

Passa anche da Milano, per un’unica data italiana il nuovo tour dei Wolf Alice, la band londinese capitanata da Ellie Rowsell, chiude ...

Verdena – Live @ Alcatraz ...

Prima di questa serata, avevo visto i Verdena esattamente 30 volte e, come tutti i fan di lungo corso, ho assistito a performance magnifiche ...

Calibro 35 – Live @ Teatro ...

Le musiche proposte dai Calibro 35, anche quando si tratta delle rivisitazioni dei classici dell’incommensurabile maestro Ennio Morricone, ...

Phoenix – Live @ Alcatraz ...

Ci sono poche band che dal vivo riescono a mantenere quell’umiltà e quella semplicità che da sempre li hanno contraddistinti. Un ...

Recent Comments