PALE BLUE EYES
Souvenirs

[ Full Time Hobby - 2022 ]
7
 
Genere: inide pop, new wave
 
23 Settembre 2022
 

Album di debutto per i Pale Blue Eyes band composta da tre elementi, i coniugi Matt e Lucy Board e il bassista Audrey Simpson, ragazzi che hanno alle spalle studi artistici e sono esperti conoscitori del movimento elettronico sperimentale che ha animato la produzione musicale alla fine degli anni 70.

I Pale Blue Eyes portano in questo album le loro conoscenze come fossero dei souvenir acquistati durante una lunga vacanza che però rielaborano e nel ricordo personalizzano, il risultato è un album che ha una base elettronica che viene rimodellata e trasformata in un percorso quasi sognante, un dream-pop con arrangiamenti e costruzioni coraggiose.

Allo stesso tempo sembra quasi un lavoro propedeutico, preparatorio per un percorso ancora da compiere e sviluppare pienamente, un lavoro che pone delle basi e che avendo tanta carne al fuoco fa pensare a qualcosa ancora da costruire in futuro.

Il brano di apertura “Globe” è un viaggio nel tempo che sembra farci tornare ai primi anni 80 quando l’elettronica iniziava a cercare gli agganci melodici giusti per aggredire il mercato discografico, “TV Flicker” conferma questa impressione con rimandi a una versione ipnoticamente dream-pop dei New Order.

“Honeybear” è un altro ottimo brano che evidenzia l’impressione di trovarci di fronte ad un album ben prodotto e meticolosamente curato, in “Star Vehicle” si sentono anche accenni di chitarra del periodo più pop dei Cure e rimandi ai Flaming Lips, mentre con “Sing It Like We Used To” e “Under Northern Sky” ritornano in territorio New Order e OMD.

L’album chiude con l’ottima “Chelsea” che inizia con la sorpresa di una chitarra acustica e ci fa tornare per l’ultima volta nel loro mondo sognante, il brano  sigilla un debutto positivo e con tanti spunti interessanti, i Pale Blue Eyes sembrano essere tornati da una vacanza e con i souvenir presi hanno cercato di creare e modellare il loro sound dandogli un tocco originale, possiamo dire con tranquillità che per il momento sono riusciti ad essere convincenti.

Tracklist
1. Globe
2. TV Flicker
3. Little Gem
4. Dr Pong
5. Honeybear
6. Star Vehicle
7. Champagne
8. Sing It Like We Used To
9. Under Northern Sky
10. Chelsea
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Eugenia Post Meridiem – like ...

È una tensione positiva quella che anima il nuovo disco degli Eugenia Post Meridiem. Eugenia Fera, il bassista Matteo Traverso, il ...

Weezer – SZNZ: Autumn

Con l’enorme saggezza che ci contraddistingue abbiamo deciso di aspettare che calassero le temperature e arrivasse davvero ...

Holy Coves – Druids And Bards

Terzo album per i gallesi Holy Coves, un trio capeggiato dal cantante/songwriter Scott Marsden che ha tutte le carte in regola per fare ...

Dead Cross – II

Primo disco dei Dead Cross con Mike Patton ben inserito in formazione. La musica dell’esordio datato 2017, infatti, era già stata ...

Goat – Oh Death

Probabilmente hanno veramente visto la morte in faccia, la fine di un elisir col brivido del successo, la morte per consumo o stanchezza del ...

Recent Comments