ALEX G
God Save The Animals

[ Domino - 2022 ]
8
 
Genere: indie-rock
 
7 Ottobre 2022
 

Nono album (e quarto per la Domino) per il prolifico Alexander Giannascoli da Havertown, Pennsylvania: il disco, che arriva a tre anni dal suo eccellente predecessore , “House Of Sugar”, è stato come al solito scritto dal musicista di origine italiana nel suo appartamento, dove ha realizzato anche i demo, che in seguito sono stati registrati da una mezza dozzina di ingegneri del suono in giro per il nord-est gli Stati Uniti per cercare di ottenere la migliore qualità sonora possibile.

La opening-track “After All” è un duetto con Jessica Lea Mayfield, anche se, a causa dei vocals filtrati, la sua voce non è molto riconoscibile, mentre le percussioni leggere e i synth garantiscono una bella melodia dai toni rilassanti con Alex che nel frattempo tratta di argomenti religiosi (“People come and people go away / Yeah but God with me he stayed”).

Piano e chitarre caratterizzano, invece, la successiva “Runner”, molto morbida e dalle influenze country-folk, sebbene abbia anche tendenze lo-fi: semplice, ma assolutamente gradevole.

Poco più avanti troviamo “No Bitterness” che inizia in maniera acustica e delicata per poi espandersi con una produzione pop moderna e convincente con synth e la voce filtrata dal vocoder, mentre l’atmosfera rimane sempre piuttosto rilassata.

“Cross The Sea” è posta proprio in mezzo al disco e porta un momento di totale riflessione con toni folk e pop molto soft costruiti con piacevolissimi synth, prima che nel finale esploda utilizzando sorprendentemente una rumorosa parte elettronica.

La successiva “Blessing”, dalle atmosfere lo-fi, pur sembrando assumere un atteggiamento relativamente tranquillo, inserisce in più di un’occasione alcune inserzioni elettroniche cattive dalle tendenze industrial molto cupe e dure, che però non entrano nel migliore dei modi all’interno del suo sound.

Anche “Headroom Piano” non manca di toni rumorosi e di atmosfere buie e spaventose, ma dopo la sua metà, lascia spazio a sonorità più pulite e ottimiste con chitarra, piano e una batteria ciondolante: il risultato di questo mix è davvero convincente.

“Forgive”, invece, chiude il disco spostandosi ancora su territori country-folk con melodie riflessive, ma molto piacevoli, disegnate con banjo e chitarra elettrica senza nessun bisogno di forzare il ritmo.

“God Save The Animals” vede ancora una volta Alex G sperimentare con i suoni, spaziando tra vari generi e utilizzando numerosi colori della sua tavolozza sonora: forse in questo LP non tutto è perfetto, ma la qualità è comunque elevata e i risultati sono intriganti. Un altro colpo vincente per il musicista di origini italiane.

Photo Credit: Chris Maggio

Tracklist
1. After All
2. Runner
3. Mission
4. S.D.O.S.
5. No Bitterness
6. Ain’t It Easy
7. Cross The Sea
8. Blessing
9. Early Morning Waiting
10. Immunity
11. Headroom Piano
12. Miracles
13. Forgive
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Eugenia Post Meridiem – like ...

È una tensione positiva quella che anima il nuovo disco degli Eugenia Post Meridiem. Eugenia Fera, il bassista Matteo Traverso, il ...

Weezer – SZNZ: Autumn

Con l’enorme saggezza che ci contraddistingue abbiamo deciso di aspettare che calassero le temperature e arrivasse davvero ...

Holy Coves – Druids And Bards

Terzo album per i gallesi Holy Coves, un trio capeggiato dal cantante/songwriter Scott Marsden che ha tutte le carte in regola per fare ...

Dead Cross – II

Primo disco dei Dead Cross con Mike Patton ben inserito in formazione. La musica dell’esordio datato 2017, infatti, era già stata ...

Goat – Oh Death

Probabilmente hanno veramente visto la morte in faccia, la fine di un elisir col brivido del successo, la morte per consumo o stanchezza del ...

Recent Comments