NICK OLIVERI HA ANCORA IL DENTE AVVELENATO CON JOSH HOMME E SCOTT REEDER PER NON AVER CONCESSO L’USO DEL NOME “KYUSS”

 
4 Ottobre 2022
 

Nick Oliveri si è lamentanto con gli ex compagni di band dei Kyuss, Josh Homme e Scott Reeder, per non aver permesso l’uso del nome della band “Kyuss”.

Oliveri ha suonato insieme al chitarrista Homme (con cui avrebbe suonato anche nei Queens of the Stone Age), al cantante John Garcia, al bassista Scott Reeder e al batterista Brant Bjork. Questa formazione dei Kyuss pubblicherà il debutto “Wretch” del 1991, e il fondamentale album stoner metal “Blues for a Red Sun” del 1992, prima che Oliveri lasci. Bjork rimane per un altro album, “Welcome to Sky Valley” del 1994, mentre l’intera band si scioglie nel 1995.

Da allora Homme ha raggiunto la fama internazionale con i Queens of the Stone Age, mentre Oliveri (che ha lasciato i QOTSA nel 2004) e Bjork hanno recentemente formato il gruppo Stöner, molto più simile ai Kyuss. In precedenza, Oliveri, Garcia e Bjork avevano annunciato l’intenzione di fare un tour nel 2010 con il nome Kyuss Lives!, ma la cosa era stata annullata dopo che Homme e Reader hanno intrapreso un’azione legale.

In una nuova intervista, Oliveri ha offerto ai fan un aggiornamento sulla possibilità di tornare in tour con il nome Kyuss: “I fan volevano che suonassimo. Vorrei che fossimo in grado di suonare. Ma non ho alcuna proprietà o interesse nel nome. Bjork ha ideato il nome, non ne è proprietario. A un certo punto ha lasciato la band. I membri esistenti hanno registrato il nome. Quindi è molto semplice“.

Ha poi proseguito: “La penso in molti modi diversi. Perché vuoi possedere il nome se vuoi uccidere la band? Lasciateci fare e divertirvi. Stiamo suonando le canzoni con tutto il rispetto possibile per la musica per i fan, glielo dobbiamo“.

L’idea di una reunion dei Kyuss era stata accennata anche dallo stesso Homme, che aveva espresso il suo interesse in un’intervista del 2020. Tuttavia, Brant Bjork ha dichiarato in un’intervista del 2021 di aver contattato Homme senza ottenere risposta.

Per quanto riguarda una reunion dei Kyuss, quello è stato il mio tentativo, non necessariamente di rimettere insieme la band, ma almeno di sviluppare una comunicazione con Josh”, aveva detto Bjork al podcast Hobo on the Radio. “E all’inizio sembrava che potesse essere il momento giusto e che potessimo davvero entrare in contatto. Ma non è successo. È successo mesi e mesi e mesi fa, quindi è chiaro che non si andrà avanti. Poi chi lo sa? Forse lui metterà insieme i Kyuss e metterà insieme la sua versione della band o qualsiasi altra cosa. Non so cosa farà. Dobbiamo solo vedere“.

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Le Big Joanie sono convinte: ...

Le Big Joanie hanno parlato con NME delle loro speranze per il futuro della musica alternativa nera e di ciò che le attende. Le punk ...

Lana Del Rey annuncia il suo nono ...

A distanza di circa di nemmeno un anno e mezzo dal suo ottavo LP, “Blue Banisters“, Lana Del Rey è pronta a ritornare con una ...

Gli Slipknot portano il loro ...

Musica, arte e cultura: Knotfestitaly si svolgerà domenica 25 giugno 2023 all’Arena Parco Nord di Bologna. Per la prima volta in assoluto ...

TRACK: Double Syd – My Sun

“My Sun” è il singolo anticipatore dell’album d’esordio dei Double Syd, duo psycho pop/rock della provincia di Pesaro, che ...

TRACK: The Tubs – Dead Meat

Manca ormai solo un mese all’uscita dell’attesissimo esordio sulla lunga distanza dei Tubs, “Dead Meat”, che vedrà ...

Recent Comments