THE WAVE PICTURES
Susan Rode The Cyclone

 
Tags:
 
24 Gennaio 2011
 

Hanno un dono The Wave Pictures, quello di saper cantare la vita come se fosse tutto semplice, come se 2+2 facesse sempre 4, come se fosse una filastrocca per bambini.

Pene d’amore, piccole e grandi delusioni, frustrazioni e paranoie squisitamente contemporanee che il trio britannico traspone puntualmente in composizioni fatte di ironia asciutta, in pillole di buon senso dissacratorie e mai superficiali. Addolciscono il boccone amaro senza banalizzarlo i WP, che al decimo disco riescono miracolosamente ad uscire indenni da music-business, trend modaioli e noia. Un monumento alla loro stessa coerenza compositiva “Susan Rode The Cyclone”, un album -figlio dell’EP “Sweetheart”- che non getta neppure la più piccola ombra sulla qualità della musica di Tattersall, Rozycki ed Helm, anzi conferma l’intenzione di non corrompere il loro sound schietto con artifici dell’ultima ora.

Il segreto della ricetta di mamma Inghilterra è ancora lo stesso di sempre: un folk essenziale che trasforma l’ordinario in straordinario attraverso una rivoluzione emotiva che parte dalle piccole cose. E così il trio del Leicestershire continua a parlare alle nostre orecchie e al nostro cuore grazie alla straordinaria voce di Tattersall, sbilenca, assillante, pungente come il suo umorismo. Testi capricciosi, irriverenti, degni dello spirito britannicamente caustico degli Smiths [ come in “I Just Want to be Your Friend” baby bay i think you did well to escape your rubbish family(…) you asked me why work hard when you can work clever] e di quel lucido sarcasmo con cui solo Morrisey era riuscito a viziarci.

E è un po’ come il non-a-caso azzeccatissimo video del singolo Sweetheart la musica dei tre di Wymeswold: semplici ritagli di giornale, coriandoli, zuccherini e cuori pulsanti che danno voce alle nostre piccole grandi verità. When I’m with you I wish I didn’t have to go. I wish that I didn’t have to go. I wish that I didn’t have to go, più o meno quello che ci suggeriscono le nostre orecchie ogni volta che ascoltiamo The Wave Pictures.

Susan Rode The Cyclone
[ Interbang – 2010 ]
Similar Artist: Herman Düne, Hefner, Darren Hayman, Stanley Brinks

Rating:

1. Kittens
2. I Shall Be a Ditch Digger
3. Sweetheart
4. Cinnamon Baby
5. Throwing Words
6. I Just Want To Be Your Friend
7. Blind Drunk
8. Marie Again
9. Susan Rode The Cyclone
10. American Boom

Ascolta “Sweetheart”

Tracklist
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

First Aid Kit – Palomino

È passato davvero tantissimo tempo – quasi cinque anni – da quando le First Aid Kit hanno pubblicato il loro quarto LP, ...

Carla dal Forno – Come Around

Carla dal Forno continua a interrogarsi sul senso misterioso della realtà circostante, imprimendo un consolidamento  del suo approccio ...

Nuju – Clessidra

Il primo assaggio di “Clessidra” nuovo album dei Nuju, calabresi che da tempo hanno trovato casa a Bologna, è arrivato circa due anni ...

Ásgeir – Time On My Hands

Dopo il breve antipasto dell’anno scorso, con l’Ep “The Sky Is Painted Gray Today” a mitigare una discreta attesa, torna con un ...

The Wombats – Is This What It ...

Mai titolo fu più lungo ed esasperante dal punto di vista concettuale come questo. Il che è un ossimoro: perché se il titolo del nuovo ...

Recent Comments