THE KOOKS
Let’s Go Sunshine

[ Lonely Cat - 2018 ]
5
 
Genere: Pop Rock
Tags:
 
di
10 settembre 2018
 

“Inside In/Inside Out”, annus domini 2006, aveva lanciato i The Kooks di Luke Pritchard sulla scena musicale mondiale all’interno di quella seconda generazione del guitar pop rock di matrice albionica, al fianco dei vari Arctic Monkeys, The Fratellis e compagnia. I The Kooks erano allora ventenni dalle belle ballate, super orecchiabili, romantiche ed effervescenti, e l’album vendette oltre 2 milioni di copie.

Da lì, sono rimasti una sorta di eterna promessa del settore, mai consacratisi, tra vari passaggi a vuoto o comunque lavori non proprio convincenti; pure l’ultimo “Listen” del 2014 è passato come un tentativo, peraltro piuttosto deludente, di reinventarsi in taglio world music.

Questo “Let’s Go Sunshine” segna un ritorno al ricettario originale; va detto, gusto melodico e frizzantezza ci sono, la voce a tratti nasale e il falsetto di Pritchard sono belli e riconoscibili, i brani hanno una buona presa.

Il punto focale è però un altro, piuttosto evidente: tra pa-pa-pa e woah-woah-woah (la banger pop “Kids” o “Fractured and Dazed”), coretti, momenti vagamente punk (diciamo più college pop punk, “Pamela” e i suoi na-na-na), pillolone di dolcezza ai limiti del rischio carie (“Honey Bee” con le sue sonorità à la “Faith” di George Michael o i beat vagamente surf di “No Pressure” in chiusura), i The Kooks si dimenticano di avere (o fanno finta di non avere) 12 anni in più rispetto al richiamato “Inside In/Inside Out” e ci si aspetterebbe quindi qualcos’altro, come un minimo di coraggio, di valore aggiunto, meno ingenuità almeno nei testi, un pizzico di mordente, di rischio, di ricerca di un personale stile.

In soldoni, tanto pop, poco rock. Tanto fumo, poco arrosto.

Tracklist
1. Intro
2. Kids
3. All The Time
4. Believe
5. Fractured and Dazed
6. Chicken Bone
7. Four Leaf Clover
8. Tesco Disco
9. Honey Bee
10. Initials For Gainsbourg
11. Pamela
12. Picture Frame
13. Swing Low
14. Weight of the World
15. No Pressure
 
 

Charles Bradley – Black ...

Triste pensare che la Daptone, etichetta responsabile di un bel revival soul funk nel nuovo millennio, abbia dovuto salutare negli anni ...

Anderson .Paak – Oxnard

Una produzione di lusso, collaborazioni stellari e un talento non da meno. Ecco i tre ingredienti fondamentali di Oxnard, il nuovo album di ...

Boygenius – Boygenius EP

Le Boygenius, spaccano e lo dimostrano con il primo Ep omonimo appena uscito. Un supergruppo vibrante giovane e cazzuto,  formatosi per ...

Maiole – Cose Pese

Dopo aver sposato, in un certo senso, una causa ben preicsa in “Music for Europe”, Marco Maiole è tornato a distanza di pochissimo ...

Bad Moves – Tell No One

I Bad Moves sono un quartetto di Washington DC, ragazzi uniti da una vera amicizia e tanta passione per la musica. Ce ne sono migliaia di ...