MY MORNING JACKET
The Waterfall II

[ATO – 2020]
7
 
Genere: Alt rock, alt country
 
20 Luglio 2020
 

Arriva a sorpresa il ritorno discografico dei My Morning Jacket. Cinque anni dopo “The Waterfall” ecco “The Waterfall II” che raccoglie diversi brani registrati nel 2013 e 2014 insieme ai dieci che poi hanno fatto parte del primo capitolo, recuperati e rielaborati durante i mesi di stop forzato causa pandemia.

Era cosa nota che quelle session passate in buona parte ai Panoramic House Studios di Stinson Beach (California) e completate tra Oregon e Kentucky con il produttore Tucker Martine fossero state particolarmente feconde e fortunate, l’idea poi accantonata infatti era quella di pubblicare un triplo album.

Progetto solo rimandato invece, fino ad oggi. Sette inediti e tre pezzi già pubblicati: il dinamico singolo del 2016 “Magic Bullet” col suo ipnotico groove; “The First Time” che abbelliva la colonna sonora della sfortunata serie “Roadies”; la struggente “Welcome Home” suonata in una I Tunes Session nel 2011.

Un secondo capitolo meno vario del predecessore, più incentrato sul lato intimo e alt country dei My Morning Jacket che su quello psichedelico (comunque ben rappresentato dalla solida e invitante “Wasted” che da sola vale l’ascolto) ma capace in ogni caso di regalare alcune belle canzoni.

Due carezze tra gospel e Wilco (“Spinning My Wheels” e la piccola jam “Still Thinkin’”) il divertimento in salsa country elettrico di “Climbing the Ladder”, una ballata delicata e intensa dal cuore stellato e floydiano come “Feel You”, la ritmata “Beautiful Love (Wasn’t Enough)”.

Troppo poco, troppo tardi? Sarebbe veramente crudele pensarlo. “The Waterfall II” è stato assemblato in fretta, con i mezzi che i MMJ avevano a disposizione visti i tempi cruenti e il suo lavoro lo fa pur non raggiungendo gli alti livelli di “The Waterfall”.

Non resta che godere del buono che c’è: le già citate “Wasted” e “Feel You” ad esempio e l’eleganza delle melodie di “Run It” che ha il DNA della b-side nascosta e molto amata. Un regalo di Jim James e soci aspettando il possibile (probabile?) capitolo tre e i live che prima o poi seguiranno.

Credit foto: Danny Clinch

Tracklist
1. Spinning My Wheels
2. Still Thinkin’
3. Climbing the Ladder
4. Feel You
5. Beautiful Love (Wasn’t Enough)
6. Magic Bullet
7. Run It
8. Wasted
9. Welcome Home
10. The First Time
 
 

FUR – Facing Home Mixtape EP

I FUR ci fanno perdere la trebisonda e ci mandano metodicamente in brodo di giuggiole, con la loro indole rétro che, ovviamente, si ...

Love Fame Tragedy – Wherever ...

Quest’anno alcuni ex leader di indie rock band made in UK hanno pubblicato i loro primi lavori da solisti. Si parla, ad esempio, di ...

Julianna Barwick – Healing Is ...

L’artista statunitense Julianna Barwick, di stanza a Brooklyn dopo i primi anni trascorsi tra Louisiana, dove è nata, e Missouri, con ...

Rufus Wainwright – Unfollow ...

Rufus Wainwright è tornato! E non si tratta solamente di un ritorno discografico, perchè con “Unfollow the Rules”, il ...

Silverbacks – FAD

Bene, bene, la scena musicale di Dublino sta tirando dritto come un treno e questo nuovo debutto ci lascia ben sperare per le produzioni ...