JOSé GONZáLEZ
Veneer

[ Mute - 2005 ]
8
 
Genere: songwriting, folk
 
1 agosto 2005
 

Siete alla ricerca del nuovo malinconico menestrello capace di fornirvi la giusta colonna sonora per pomeriggi autunnali passati tappati in casa causa maltempo?
Dopo tutto sentite una grande nostalgia per il tanto bistrattato new acosutic movement e continuate ad avere un maledetto bisogno di ballate essenziali al chiarore di luna? IndieForBunnies corre in vostro aiuto!

Sei corde acustica ben salda nelle mani, romanticismo misto ad atteggiamenti da dolore esistenziale, la classe cantautorale è pronta ad accogliere a braccia aperte un nuovo appassionante adepto. José González ragazzo svedese dalle evidenti origini argentine, si è dimostrato nell’anno in corso artista altamente prolifico, realizzando in pochi mesi due ep e un long-extended. L’album “Veneer” è arrivato nell’ aprile di quest’anno, contribuendo anche grazie a concerti in solitario attraverso Inghilterra e Stati Uniti, all’immancabile passaparola via web.

Scarne ballate quasi interamente eseguite con voce e chitarra acustica, liriche sussurrate e immancabilmente incentrate sul rapporto di coppia, abituatevi presto all’idea di sentir parlare di Josè Gonzalez come l’ennesima incarnazione vivente, credibile o no deciderete voi, di Nick Drake.

Tracklist
1. Slow Moves
2. Remain
3. Lovestain
4. Heartbeats
5. Crosses
6. Deadweight on Velveteen
7. All You Deliver
8. Stay In The Shade
9. Hints
10. Save Your Day
11. Broken Arrows
 
 

Stuart A. Staples – ...

Mi innamorai dei Tindersticks un’estate di tanti anni fa, quando vidi la copertina di “Can our love” campeggiare su quella del ...

Magic Wands – Abrakadabra

Il duo Chris e Dexy Valentine, base a Los Angeles, torna con il terzo album “Abrakadabra”. Il primo lavoro “Aloha Moon” aveva ...

Simon Love – Sincerely, S. ...

Piacevole e scorrevole secondo album per il buon Simon Love, che esordiva nel 2015 con “It Seemed Like A Good Idea At The Time” ...

The National – Boxer Live in ...

Gli album dal vivo non sono tutti uguali. Alcuni servono a cristallizzare un momento importante, altri hanno la funzione di riportare ...

Kamasi Washington – Heaven ...

Parliamoci chiaro, non sono un esperto di jazz, certo ne ascolto ma non sono di sicuro un “cultore” del genere: non per questo mi sento ...