THE FLORIDA PROJECT (UN SOGNO CHIAMATO FLORIDA)

 
 
di
30 marzo 2018
 

Una fotografia limpida e solare immortala i fiabeschi dintorni del Walt Disney World di Orlando, Florida. Ma le esistenze che consumano tra i motel colorati come i castelli dei cartoni animati sono tutt’altro che favole.

Siamo in un summer break e la fotocamera insegue con una fluidità malickiana bambini rumorosi, incontrollabili perché incontrollati, ingannare i loro giorni di vacanza giocando e scorazzando qua e là. Da un motel all’altro, da un tono di rosa all’altro. Intanto che le loro giovani madri sbarcano il lunario come possono, chi spaccandosi la schiena nello squallido fast food di turno, chi facendo marchette varie o, addirittura, prostituendosi.

Siamo ai margini della società americana e per questi bambini non c’è via di scampo. Men che meno per la protagonista Moone, il cui unico riscatto sarà una corsa a perdifiato tra i castelli del vero Disney World, prima di un’inevitabile adolescenza sotto la giurisdizione dei servizi sociali.

Incredibile Willem Dafoe, qui in uno dei suoi rarissimi ruoli positivi, che interpreta il burbero manager del motel di Moone, suo malgrado attento angelo custode di tutti i bambini abbandonati a se stessi.

Regia: Sean Baker
Sceneggiatura: Sean Baker, Chris Bergoch
Produttore: Sean Baker, Chris Bergoch, Kevin Chinoy, Andrew Duncan, Alex Saks, Francesca Silvestri, Shih-Ching Tsou
Produttore esecutivo: Darren Dean, Elayne Schneiderman Schmidt
Casa di produzione: Cre Film, Freestyle Picture Co.
Fotografia: Alexis Zabé
Musiche: Matthew Hearon-Smith
Cast: Brooklynn Prince, Willem Dafoe, Bria Vinaite, Christopher Rivera, Valeria Cotto
 

Sulla Mia Pelle

“Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini non mostra il pestaggio di Stefano Cucchi ad opera delle forze dei carabinieri di Roma. ...

Ant-Man and the Wasp

Il Marvel Cinematic Universe continua a espandersi. Non soltanto dal punto di vista dei nuovi personaggi che vengono introdotti di film in ...

Ostili (Hostiles)

Western credibili ai giorni nostri sono merce molto rara. Non manchevole di qualche difetto e forzatura, “Hostiles” fa, senza ...

Ghost Stories

“Ghost Stories” è un discreto horror che sprizza inglesità da ogni poro – a tal proposito andrebbe vietato di guardarlo ...

Un Posto Tranquillo (A Quiet Place)

“A Quiet Place” non è poi tutto questo gran bel posto e, soprattutto, non é poi cosí quiet. E’ infatti un futuro ...